Perché fare attenzione alla scelta del camice medico e a che sia comodo e pratico, oltre che bello

57

Se non sei al primo incarico e non è la prima volta che ne acquisti uno, dovresti sapere bene che un camice non vale l’altro e che tra un indumento e l’altro molto potrebbe cambiare invece in termini di comodità e praticità, per esempio. Ciò vuol dire soprattutto che non puoi pensare di liquidare in pochi minuti la scelta del tuo camice da medico come faresti per un qualsiasi accessorio di vestiario: niente ti vieta di ordinarlo online, su siti come diviseprofessionali.net/it, dove trovi un vastissimo assortimento di taglie, modelli e colori e dove hai soprattutto modo di confrontare con calma i capi che più ti interessano; anche se acquisti online però un po’ di attenzione e cura nella scelta ti eviteranno brutte sorprese.

Vestibilità, praticità, qualità: che caratteristiche cercare nel camice da medico

La prima cosa da non dimenticare, infatti, è che potresti dover indossare il camice anche per molte ore di seguito, durante i turni di notte per esempio: è fondamentale, così, che sia comodo. Scegliere la taglia giusta è importante in questo senso almeno quanto lo è fare attenzione più in generale alla vestibilità dei singoli modelli: ce ne sono di più ampi e di più attillati e trovare il camice da medico migliore è, forse, questione di giusto equilibrio tra ciò che non intralci i movimenti e ciò che risulti, invece, troppo ampio e “svolazzante” e per questo altrettanto scomodo. Parlando di comodità, però, non si può non considerare che anche il tessuto gioca la sua parte: se troppo pesante o industriale potrebbe far sudare eccessivamente, soprattutto nelle giornate estive più calde, e se è troppo leggero invece potrebbe risultare poco o per niente protettivo. Per molti aspetti, insomma, sarebbe meglio preferire l’acquisto di un camice davvero di qualità alla possibilità di risparmiare un po’ sulla spesa per la propria divisa. Convincente potrebbe risultare in questo senso pensare al fatto che la spesa è tanto più ammortizzata quanto più il camice riesce a resistere nel tempo e a un uso che si può senza dubbio dire continuativo.

A proposito dell’uso che farai del tuo camice da medico, considera che avrai bisogno di lavarlo spesso e ad alte temperature, oltre che con prodotti aggressivi. Un tessuto di buona qualità ti assicura, così, che possa resistere ai lavaggi e farlo risultando alla vista sempre impeccabile. Meglio optare, per la stessa ragione, per colori neutri come il bianco, anche se nei negozi e sugli e-commerce specializzati non è difficile ormai trovare camici medici di qualsiasi tinta se lo studio o l’ospedale con cui collabori ti hanno dato linee guida in merito.

Attenzione, infine, alla presenza di tasche sul tuo camice: possono risultare molto comode per aver sempre a portata di mano una penna, un blocco per gli appunti o piccoli strumenti di lavoro come il “classico” stetoscopio. Sono, però, anche il punto ideale in cui far personalizzare il camice con il tuo nome e cognome o con la tua specializzazione: come ogni divisa, del resto, anche il camice da medico gioca un ruolo “di rappresentanza” e, se ben confezionato, può rafforzare anche visivamente il senso di professionalità che trasmetti. Per questo è indispensabile anche che, dopo averlo scelto bene, tu te ne prenda adeguatamente cura.

CONDIVIDI