Integratori alimentari, come scegliere in modo consapevole

16

Molti adulti e bambini in tutto il mondo assumono costantemente vitamine o altri integratori alimentari come supplemento alla dieta ordinaria; un supporto che, come indica lo stesso nome ‘integratore’, va a fungere da supporto ulteriore, integrazione per l’appunto, nei casi in cui gli alimenti che si assumono non riescano a fornire il naturale apporto nutrizionale.
Una scelta spesso praticata anche da chi, ad esempio, non può assumere determinati cibi e per questo rischia di vedersi tagliare drasticamente una buona fetta di sostanze nutritive. Gli integratori alimentari possono contenere minerali, erbe o altri prodotti botanici, amminoacidi, enzimi e molti altri ingredienti: sono disponibili in una varietà di forme, tra cui compresse, capsule, caramelle gommose e polveri, nonché bevande e barrette energetiche.
Il loro ricorso ha spesso causato polemiche visto che dovrebbe comunque essere sempre controllato da un professionista (dietologo o nutrizionista ad esempio); spesso non è così e si finisce con il dare retta alla rete, scegliendo da soli o, ancor peggio, fidandosi di quello che viene riportato da un qualche fantomatico influencer.

I rischi degli integratori

Gli integratori alimentari possono essere molto utili, ma un loro uso non corretto può causare molti problemi. Soprattutto perché oggi se ne fa un uso eccessivo, non sempre in linea con quanto si dovrebbe, in particolare in ambito sportivo. A lanciare l’allarme è stato il Journal of the American Medical Association, secondo il quale “Gli integratori alimentari devono essere assunti con moderazione e scelti con molta attenzione. Se non assunti in modo corretto gli integratori possono provocare gravi danni alla nostra salute”.
Come riportato sul sito Benessere.guru, tutti i prodotti venduti come integratori alimentari sono dotati di un’etichetta che elenca gli ingredienti attivi, la quantità per porzione (dose) e altri ingredienti, come riempitivi, leganti e aromi. Il produttore suggerisce la dimensione della porzione, ma è il proprio medico a decidere che una quantità diversa è più o meno appropriata in base alle esigenze.

La reale efficacia degli integratori

Alcuni integratori alimentari possono aiutare a ottenere quantità adeguate di nutrienti essenziali se non si mangia una varietà di alimenti nutriente. Tuttavia, gli integratori non possono sostituire la varietà di alimenti che sono importanti per una dieta sana; sono supplementi, non quindi sostitutivi.
Molti integratori contengono principi attivi che possono avere forti effetti sull’organismo. E causare reazioni negative: ovviamente è più probabile che si abbiano effetti collaterali dagli integratori alimentari se li si assume a dosi elevate, al posto dei medicinali prescritti o se si prendono molti integratori diversi.
Gli integratori alimentari possono anche interagire con alcuni farmaci in modi che potrebbero causare problemi. Il consiglio è quello di rivolgersi prima ad un medico o ad uno specialista, quindi di acquistare integratori che siano regolamentati dal Ministero della Salute (è possibile controllare la lista sul sito del Ministero stesso) e quindi considerati sicuri: rivolgersi alla rete può essere non del tutto sicuro, soprattutto se si procede all’acquisto su siti poco autorevoli e di altre nazioni.

CONDIVIDI