Truffa telefonica – Paga un’assicurazione tramite postapay, ma è un inganno

Vittima una 40enne reggiana, artefice, un 25enne napoletano pregiudicato per truffe analoghe

61

Era convinta di avere rinnovato tramite telefono la propria Rc auto in scadenza, questo le aveva fatto credere un sedicente agente dall’altro capo della conversazione, dopo averla contattata e convinta a sottoscrivere un altro anno di polizza attraverso una nuova modalità, che prevedeva il versamento dell’importo su una carta postepay.

Una strana procedura introdotta in periodo di pandemia, le ha detto.

Vittima raggiro una quarantenne di Reggio che ha versato 300 euro per poi scoprire a distanza di giorni che la sua assicurazione non era affatto stata rinnovata.

Ha così sporto denuncia ai carabinieri, le cui indagini hanno condotto a un 25enne napoletano, già coinvolto in svariate analoghe truffe in tutta Italia. Il giovane è stato denunciato.

Il fenomeno delle vendite di polizze assicurative “fantasma” online è in crescita. Lo sottolineano i carabinieri ricordando uno strumento utile a difendersi da tali tipologie di truffe. Si tratta dell’Ivass (Istituto di vigilanza sulle assicurazioni), sul cui sito internet è possibile verificare se la compagnia assicurativa, e l’intermediario che si contatta, esista davvero.