Insulti sui social dopo la chiusura di alcuni bar per norme Covid, il capo dei vigili querela 35 persone

Il comandante della Municipale ha deciso di procedere per le critiche sui social sopre le righe. Vecchi: "Non abbiamo tempo da perdere con i leoni da tastiera"

299

Il comandante della Polizia locale di Reggio Emilia Stefano Poma ha querelato almeno 35 persone che, sui social network, hanno criticato con toni sopra le righe l’operato degli agenti, per aver multato e sospeso negli ultimi giorni cinque bar per mancato rispetto delle regole sul covid.

Lo fa sapere il sindaco Luca Vecchi in una diretta su Facebook: “Se non ci sara’ il rispetto delle misure, ci saranno altre chiusure. Sia chiaro che non la viviamo con leggerezza e con superficialita’, senza essere consapevoli delle conseguenze per le attivita’ sanzionate”.

Ma, avvisa il primo cittadino, “non abbiamo tempo da perdere con i leoni da tastiera. Per coloro che insultano gli agenti, che lavorano per gestire una situazione complessa e delicata, la risposta sara’ la querela”.

CONDIVIDI