Covid, Bonaccini: “Pronto a chiudere le scuole in altre province se la situazione peggiora”

38

Se la situazione dovesse peggiorare anche in altre province dell’Emilia-Romagna, la Regione e’ pronta a emanare una delibera come quella che ha decretato l’ingresso dell’area metropolitana di Bologna in zona arancione scuro e la chiusura delle scuole.

“Se ci sono aumenti di contagi tra la popolazione piu’ giovane, cosa che non accadeva nelle altre ondate, sentendo l’Asl e gli amministratori locali, siamo pronti a firmare, come ho fatto con Bologna, la stessa cosa in altri territori. Bisogna controllare quotidianamente la situazione e intervenire se e’ necessario”, ha detto il presidente della Regione Stefano Bonaccini. Insomma, dopo il capoluogo emiliano, potrebbe toccare ad altri.

“A Modena i contagi sono cresciuti come ovunque, credo che i sindaci, assieme ai dirigenti delle Asl siano nelle condizioni di valutare se fare richieste simili a quelle di Bologna”, ha aggiunto ieri a margine dell’inaugurazione del vivaio realizzato da una coop sociale a Scandiano, in provincia di Reggio Emilia. “Per la prima volta dall’inizio della pandemia, questa terza ondata vede la variante inglese colpire soprattutto i piu’ piccoli. Abbiamo numeri che non vedevamo da molti mesi, dobbiamo fare il possibile”, ammonisce (Dire).