Controlli anti Covid a Pasqua: 65 multe in tre giorni

Verifiche delle forze dell'ordine su 2.500 persone e 900 negozi

22

Durante i tre giorni delle festivita’ pasquali appena trascorse (da sabato a ieri) le forze dell’ordine reggiane hanno vigilato sul rispetto delle norme anticovid, controllando in totale 2.532 cittadini e 957 attivita’ commerciali.

Le multe fatte sono complessivamente 65: 64 a cittadini e un al titolare di un negozio. Alla sola Polizia sono arrivate 570 richieste di intervento, con diverse segnalazioni di assembramenti in determinati punti della citta’.

Ad esempio il giorno di Pasqua gli agenti si sono recati al circolo Pigal, dove era in corso un assembramento di ragazzi. Le pattuglie hanno provocato un fuggi fuggi generale ma, ripresentandosi sul posto un’ora dopo, i poliziotti hanno fermato e sanzionato sette giovani per mancato rispetto del distanziamento sociale, peraltro senza indossare la mascherina. Gli stessi fermati hanno ammesso che circa una ventina di coetanei si erano dati appuntamento al campo da calcio per giocare.

Una scena analoga ha avuto luogo ieri – giorno di Pasquetta – al parco “del Tasso” dove sempre la Polizia ha sorpreso sei persone (due italiani e quattro gambiani) che si erano radunati per consumare della sostanza stupefacente. Scattate le multe per le disposizioni anti contagio e le denunce per questo reato, sono stati seguestrati circa 50 grammi tra hashish e marijuana.

Infine nel corso dei controlli un uomo gambiano di 42 anni, non in regola con il permesso di soggiorno, e’ stato rintracciato in zona stazione e scortato dalla Polizia al centro di permanenza temporanea di Gorizia.

CONDIVIDI