Cavriago – Focolaio Covid nella Rsa: 21 anziani positivi

Positivi anche due operatori, tutti con sintomatologie che non necessitano il ricovero in ospedale

27

La casa residenza di Cavriago  in questi giorni impegnata a combattere un focolaio di Covid 19 diffusosi all’interno della struttura circa 10 giorni fa.

“All’insorgere dei primi sintomi di alcuni anziani – fanno sapere dal Comune – sono state immediatamente attivate tutte le misure di isolamento e protezione previste dai protocolli per il contenimento della diffusione del Coronavirus; è stata sospesa l’attività del centro diurno, contiguo alla Rsa, e il giorno stesso sono stati avviati i controlli su tutti gli ospiti e sugli operatori, con programmazione di tamponi molecolari e accesso in struttura della Geriatra per la valutazione delle condizioni degli ospiti. La situazione è tenuta sotto stretto controllo da parte della Asp “Carlo Sartori”, che gestisce la struttura in collaborazione con l’Ausl”.

A oggi, i residenti positivi sono 21, con sintomatologie da lieve a moderata e che non necessitano attualmente di ricovero ospedaliero. La struttura, fanno sempre sapere dal Comune, è attrezzata per assicurare la gestione clinico-assistenziale. Ai 21 anziani si devono sommare 2 operatori positivi, anche se si stanno ripetendo i tamponi di controllo a tutto il personale come previsto dalle procedure di sorveglianza sanitaria.

I famigliari dei residenti sono costantemente informati e aggiornati rispetto alle condizioni dei loro cari e sono stati messi a disposizione numeri di telefono attraverso i quali poter contattare la struttura ogni qual volta ne sentano la necessità.

“Seguiamo costantemente l’evolversi della situazione – fa sapere il sindaco Francesca Bedeschi –  Siamo vicini alle famiglie degli ospiti che in questo momento, comprensibilmente, stanno vivendo momenti di apprensione, ma possiamo rassicurarli sul fatto che si stanno mettendo in campo tutte le misure necessarie ad una soluzione positiva della situazione”.