Scandalo diamanti, indagini chiuse: a Reggio Emilia 1500 casi

0
553

E’ stato notificato stamattina dal nucleo reati economico finanziari della Guardia di finanza di Milano l’avviso di chiusura indagini nell’ambito dell’inchiesta “Crazy Diamond”, riguardante una truffa con diamanti proposti come investimento a cifre molto superiore al valore reale. Sono circa 1.500 i reggiani coinvolti.

Sono 87 le persone fisiche che risultano indagate e 7 le persone giuridiche di cui 5 banche e due società di intermediazione per la vendita dei diamanti. Le accuse sono di truffa aggravata, auto riciclaggio con omessa sorveglianza e corruzione tra privati, oltre a varie irregolarità amministrative. L’inchiesta è condotta dalla procura di Milano. Gli istituti di credito coinvolti sonoBanco Bpm, Mps, Unicredit, Intesa Sanpaolo e Banca AlettiTra gli 87 indagati anche tre funzionari in servizio alle agenzie locali del Banco Bpm di Reggio.

Una storia che ha proprio nella nostra provincia il suo epicentro: viene infatti da qui Claudio Giacobazzi, presidente e amministratore delegato della Intermarket Diamond Business (Idb), la società più attiva nel mercato dei diamanti per investimento. È qui che si concentra il maggior numero di risparmiatori turlupinati. Ed è in un hotel della città che il manager della Idb si era tolto la vita il 14 maggio del 2018. Nonostante l’intervento dell’Antitrust, le sue multe e la decisione di alcune banche di restituire tutto l’importo ai correntisti, tantissimi clienti aspettano ancora di riavere il capitale investito.

Sul tavolo di Federconsumatori Reggio sono circa 1.500 le pratiche che riguardano risparmiatori truffati. 800 di questi attendono l’udienza fissata il prossimo 21 ottobre con il curatore fallimentare il quale sta verificando se le pietre acquistate siano o meno custodite nel caveau del Banco Bpm a Milano. Risultano, invece, 200 gli investitori – che hanno i diamanti in proprio possesso – i quali hanno già raggiunto un accordo con la banca per un rimborso pari al 60% del capitale investito.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui