Baby ladri in azione negli spogliatoi della piscina

0
293

I minori sono accusati di furto aggravato: identificati dai carabinieri della sezione radiomobile grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza della struttura.

Reggio Emilia. Non hanno esitato a forzare un armadietto situato negli spogliatoi di in una piscina di Reggio, per impossessarsi dei contanti (75 euro) che un utente aveva lasciato all’interno del portafoglio .

I carabinieri della sezione radiomobile di Reggio Emilia, grazie alla visione delle immagini del sistema di videosorveglianza della struttura sono riusciti a risalire agli autori del furto, identificati in tre minori, che rintracciati nei pressi sono stati trovati in possesso della refurtiva che è stata poi restituita al derubato.

Con l’accusa di concorso in furto aggravato i militari  hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna tre minori aventi un’età compresa tra i 14 e i 16 anni, affidati al termine delle formalità di rito ai genitori.

I fatti

Secondo quanto ricostruito dai militari del radiomobile i tre erano in piscina quando, raggiunti i locali spogliatoi, approfittando dell’assenza di altre persone, forzavano un armadietto impossessandosi dal portafoglio. Il derubato, un 30enne domiciliato a Reggio Emilia, accortosi del furto ha allertato i responsabili della struttura che hanno chiamato subito il 112 . Da lì la scoperta e la denuncia ai tre ragazzini.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui