Oro a Reggio Emilia per Lambrusco e Spergola

0
164

CNon è solo la storia di come 4 premi nazionali, con relative medaglie d’oro, siano arrivati a Reggio Emilia, più  precisamente a Borzano di Albinea. È la storia di una famiglia e del loro modo di coltivare uva e fare vino, rispettoso della qualità, quella che ha riconosciuto il Concorso Nazionale dei Vino DOC e IGT di Pramaggiore (VE) a 4 dei vini DOC dell’Azienda Agricola Reggiana vincitori della medaglia d’Oro, riservata ai vini che hanno ottenuto almeno 80 punti su di un massimo di 100. Questi 4 vini, un Reggiano Lambrusco, uno spumante dolce Colli di Scandiano e di Canossa Malvasia, uno spumante Spergola Dolce e una Spergola Frizzante, hanno permesso all’azienda Reggiana di risultare vincitrice anche dell’Oscar d’Argento Regionale come azienda con più vini DOC premiati.

«Grande soddisfazione – commenta il direttore della Coldiretti di Reggio Emilia Assuero Zampini – per i risultati che ha portato a casa l’azienda Reggiana, punto Campagna Amica. I riconoscimenti prestigiosi come questi sono conquistati dal lavoro dell’azienda ma rivestono di prestigio tutto il territorio provinciale e il comparto delle Doc, in cui la ‘O’ sta per Origine appunto».

«Queste medaglie e questi riconoscimenti – spiegano in azienda – sono per noi motivo di orgoglio, soprattutto per l’intenso lavoro che parte dai nostri vigneti, passa attraverso l’impegno della nostra famiglia. Il nostro augurio è che le Doc della nostra provincia possano essere sdoganate sempre più dai nostri confini per giungere sulle tavole degli italiani».

La qualità dei vini presentati è stato certificato dalle commissioni giudicatrici del concorso, che da regolamento erano composte da esperti enologi che hanno valutato i vini secondo il metodo internazionale dell’ “Union Internationale des Oenologues” lo scorso 18 marzo.

Il premio di maggior soddisfazione è il terzo: lo spumante Colli di Scandiano e di Canossa Spergola Dolce “Pavò” è risultato vincitore del premio speciale Trofeo Città di Pramaggiore riservato al vino che ha ottenuto il punteggio più alto di ciascuna regione. Un  riconoscimento anche degli sforzi garantiti dal marchio QC che certifica l’impiego di tecniche di coltivazione e di trasformazione rispettose della salute e del consumatore.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui