Via Roma – Riconosce la bici che gli avevano rubato e chiama i carabinieri: 30enne senegalese denunciato

0
356

Ha riconosciuto la bici che gli era stata rubata a distanza di dieci giorni dal furto ed ha subito chiamato i Carabinieri. L’utilizzatore, non ha saputo giustificare il possesso nè ha voluto riferire le circostanze di come sia entrato in possesso della bicicletta per cui è finito nei guai.

Con l’accusa di ricettazione i Carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Reggio Emilia hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia un 30enne cittadino senegalese residente in città. Il proprietario, un 55enne reggiano, al termine delle formalità di rito è quindi rientrata in possesso della sua bicicletta.

Il vero proprietario, che l’8 maro scorso aveva denunciato il furto della bicicletta avvenuto nel garage della propria abitazione, aveva perso le speranze di poterla ritrovare. La sorte tuttavia gli ha dato una mano: in maniera del tutto fortuita il 55enne l’altro pomeriggio ha avuto la fortuna di “imbattersi” nella sua bicicletta che era tranquillamente condotta da un uomo lungo la centralissima via Roma.

Per nulla intimorito ha bloccato il ciclista chiamando il 112 dei Carabinieri del comando provinciale di Reggio Emilia. Sul posto è intervenuta una pattuglia dei Carabinieri della nucleo radiomobile che hanno condotto i convenuti nella vicina caserma di Corso Cairoli per i dovuti accertamenti. Colui che aveva la bicicletta non ha saputo giustificarne il possesso e quindi la lecita provenienza mentre per contro il derubato ha esibito copia della denuncia di furto che aveva sporto provando che l’oggetto del contendere era di sua proprietà. Il finale è presto detto: il “ciclista” usciva a piedi con una denuncia per ricettazione mentre il 55enne tornava in possesso della sua bicicletta.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui