Sport. Emilia-Romagna terra di grandi eventi, con un 2019 da non perdere

0
234

Emilia-Romagna sempre più terra di sport. Con un calendario di grandi eventi per attrarre il pubblico degli appassionati e accendere i riflettori su un territorio e le sue eccellenze. Ma, anche, con un impegno forte per la riqualificazione del patrimonio impiantistico e per sostenere la pratica sportiva, a partire da quella di base.

La Final Eight della Coppa Italia di calcio a cinque – in programma dal 20 al 24 marzo a Cavezzo (Mo), FerraraLoiano (Bo), Reggio EmiliaRussi (Ra) e a Faenza, dove si giocheranno semifinali e finali – è solo uno degli appuntamenti sportivi, di rilievo nazionale e non solo, che si svolgeranno nel 2019 in Emilia-Romagna grazie anche all’attività di promozione e sostegno della Regione.

A iniziare dal Giro d’Italia, con il viada Bologna l’11 maggio, ma che coinvolgerà – come città di arrivo o partenza di una tappa – anche Riccione, Ravenna, Modena e Carpi, oltre a San Marino.

“Abbiamo da poco chiuso un anno di grandi soddisfazioni per lo sport in questa regione ed entriamo a pieno nel 2019 con un altro evento di rilievo come la Final Eight della Coppa Italia di calcio a cinque– ha spiegato il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, durante la presentazione dell’iniziativa oggi a Bologna-. In cinque province si svolgeranno i quarti di finale, le semifinali e le finali di una competizione popolare come il calcio a cinque, che conta davvero tantissimi appassionati, in tre categorie: Serie A, Serie A femminile e Under 19. Molti dei nostri territori si apprestano ad ospitare atleti, accompagnatori, delegazioni e tifosi che seguiranno il torneo: da Loiano, sull’Appennino bolognese, a Reggio Emilia, da Cavezzo, nel modenese, che ci ricorda quanto sia stato fatto per la ricostruzione dopo il sisma del 2012 e la forza degli abitanti delle zone colpite, fino a Ferrara, e ancora Russi e Faenza, dove nello splendido PalaCattani si svolgerà la finale, il 24 marzo. È la dimostrazione di come l’Emilia-Romagna, terra di grande ricettività e disseminata di impianti per lo sport, sia il teatro ideale per molte discipline sportive, dalle più celebrate fino a quelle solo erroneamente definite minori ma in grado di richiamare appassionati da ogni luogo”.

Lo sport dunque come strumento di valorizzazione del territorio e di attrattività turistica, dopo un anno – il 2018 – che ha fatto segnare l’ennesimo record con quasi 60 milioni di presenze (+14 milioni in quattro anni). Di queste, si calcola che circa un terzo svolga anche attività fisica durante il soggiorno in Emilia-Romagna. L’impegno della Regione per sostenere e promuovere le grandi manifestazioni sportive può contare su 4,4 milioni di euro solo nel 2019.

Final Eight 2019: tre competizioni in una. Gran finale al PalaCattani di Faenza

Organizzata dalla Divisione Calcio a cinque della Federazione italiana giuoco calcio con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e la collaborazione del Comitato emiliano-romagnolo della Lega Nazionale Dilettanti e del Settore Giovanile e Scolastico della Figc, la Final Eight riunisce tre competizioni in una. A sfidarsi, nei palazzetti di sei località dell’Emilia-Romagna, saranno infatti i campioni della Serie A maschile, le stelle della Serie A femminile e i giovani Under 19 più interessanti del panorama nazionale.

Cinque giorni di grande sport a Cavezzo (Mo), Ferrara, Loiano (Bo), Reggio Emilia, Russi (Ra) e presso il PalaCattani di Faenza, l’impianto scelto per le semifinali di sabato 23 e le finali di domenica 24 marzo.

“Ospitare la Final Eight della Coppa Italia di calcio a cinque, oltre che elemento di soddisfazione trattandosi dell’atto conclusivo di una competizione nazionale, è per l’Emilia-Romagna la consacrazione di uno sport che, a livello di base, vede impegnati nei nostri comuni migliaia di atleti- ha detto il sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale, Giammaria Manghi-. In questa accezione lo sport si afferma come autentica dimensione di diffusione del benessere psicofisico e di valori sociali e relazionali che sono alla base dell’equilibrio delle nostre comunità. Una così importante manifestazione dà voce ai tanti ragazzi e ragazze che quotidianamente animano le nostre palestre”.

La Final Eight 2019 della Coppa Italia di calcio a cinque è stata presentata alla stampa dal presidente della Divisione Calcio a cinque della Fgci, Andrea Montemurro, e dal presidente del comitato regionale della Lega Nazionale Dilettanti, Paolo Braiati. Durante la conferenza stampa sono stati estratti a sorte i tabelloni della Seria A maschile e della Serie A femminile.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui