Milioni di fondi per le imprese reggiane grazie a CNA

0
204

Contributi a fondo perduto per un valore di oltre 6 milioni di euro; oltre 800mila euro destinati all’internazionalizzazione15 milioni di euro in agevolazioni fiscali e oltre 2,5 milioni di euro in finanziamenti agevolati. Sono gli impressionanti numeri registrati da CNA Reggio Emilia nel 2018, che hanno permesso a oltre 1000 aziende clienti di avere accesso a diverse forme di credito (fiscale, conto interessi o conto capitale) per un totale di 24,5 milioni di euro.

“Siamo molto fieri dei risultati raggiunti – commenta Marco Lasagni, direttore Prefina e CNA Servizio Estero – poiché la difficoltà di accesso al credito e la mancanza di liquidità, specie negli ultimi anni di crisi, hanno limitato notevolmente gli investimenti delle imprese e di conseguenza la ripresa dell’economia. Spesso non si ha idea di quante e quali agevolazioni siano oggi disponibili sul mercato, promosse dagli enti di qualsiasi livello regionali, nazionali ed europei. Essere informati è il primo passo”.

Per questo il sistema CNA ha creato un servizio ad hoc per affiancare le pmi nel lungo e spesso complicato percorso di ricerca delle informazioni sulle attuali agevolazioni accessibili; valutazione dei requisiti necessari per accedere all’agevolazione; gestione delle richieste presentate; rendicontazione finale delle richieste.

“Per quanto riguarda i contributi a fondo perduto – continua il dott. Lasagni – Bando Innovazione Camera di Commercio, Voucher Digitalizzazione Ministero Sviluppo Economico e Fondo Eureca Regione Emilia Romagna sono stati i più gettonati. L’internazionalizzazione vede le pmi reggiane orientate principalmente verso i mercati dell’Unione Europea (circa il 70%), con particolare riferimento a quello tedesco. Sul fronte agevolazioni fiscali e finanziamenti agevolati, spiccano gli investimenti in beni strumentali nel settore della subfornitura meccanica con l’iperammortamento e gli investimenti in ricerca e sviluppo in aziende di produzione di prodotti propri con ricerca e sviluppo, in particolare nella produzione di macchinari e nel settore della lavorazione della plastica”.

E nel 2019 quali sono i finanziamenti in arrivo per le pmi?

“Ci sono importanti novità: è stato potenziato l’iperammortamento al 270% (anziché 250%), rinnovato il credito d’imposta in ricerca e sviluppo, e sarà possibile avvalersi della consulenza di una nuova figura, il digital innovation manager, con contributi a fondo perduto, ma per quest’ultima manovra è necessario attendere il decreto attuativo”. Conclude il direttore Prefina e CNA Servizio Estero.

 

Per maggiori informazioni su bandi e agevolazioni attive consultare il sito www.cnare.it oppure contattare Marco Lasagni (tel.  0522-356336/ email: marco.lasagni@cnare.it).

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui