Incendio di Via Turri – Civici all’attacco su controlli in zona stazione

0
252

Dopo quasi un mese dall’incendio in via Turri del 10 dicembre in cui ha perso la vita una coppia di coniugi marocchini, la commissione approvata dal Consiglio comunale di Reggio Emilia per rendicontare l’attivita’ di verifica sulla situazione di appartamenti e scantinati della zona stazione non e’ stata ancora convocata.

Lo denuncia la consigliera Cinzia Rubertelli, capogruppo in sala del Tricolore dell’Alleanza civica. “Vorremmo ricordare al sindaco Luca Vecchi che l’amministrazione parla per atti e questo e’ solo l’ultimo di una lunga serie di atti approvati dal Consiglio e non resi esecutivi dalla giunta Vecchi”, commenta Rubertelli. “Il sindaco- continua- ama spesso ripetere che le opposizioni non hanno idee e che sono inesistenti. Affermazione che fa sorridere dal momento che lo stesso si potrebbe dire del suo operato proprio sulla zona stazione, e non solo”. Sotto tiro finisce inoltre il post su Facebook del primo cittadino, con cui Vecchi ha comunicato l’assegnazione di una casa popolare ai due ragazzi rimasti orfani nel rogo. Un annuncio “di pessimo gusto” secondo Rubertelli perche’ “l’incendio, che e’ costato due vite umane, divampato in via Turri e’ stato una sconfitta per tutta la citta’, per l’amministrazione comunale in primis. E se all’ indomani del rogo e’ stato chiesto alle opposizioni di non strumentalizzare la vicenda, lo stesso vale per il primo cittadino”.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui