Acquistava merce on line con carte di credito clonate, nigeriano denunciato

0
164

Indagini telematiche, pedinamenti, appostamenti, interventi compiuti in flagranza di reato e sequestri di refurtiva: questi gli elementi alla base dell’indagine compiuta dai carabinieri della stazione di Cavriago che, a conclusione di una mirata attività investigativa, hanno individuato un utilizzatore di carte di credito clonate, identificato in un cittadino nigeriano domiciliato a Reggio Emilia che da circa un anno imperversava in rete effettuando acquisti online di ogni tipo di merce (elettrodomestici, materiale informatico, strumenti musicali, superalcolici di pregio etc..) .

Un business di svariate migliaia di euro che vedeva in un’abitazione di Cavriago il deposito del malaffare dove veniva stoccata la merce di provenienza illecita in attesa, probabilmente, di essere venduta a ricettatori compiacenti. Secondo le prime risultanze dei carabinieri di Cavriago, che hanno denunciato il nigeriano per truffa e ricettazione aggravata, dietro l’attività illecita vi sarebbe una rete di ricettatori disposti a non fare troppe domande sull’origine della merce che avrebbero acquistato, certamente a buon prezzo.

L’indagine è partita dall’analisi delle denunce per acquisti con carte di credito clonate effettuati su siti di annunci in tutto il territorio nazionale dalle quali è emerso che la merce acquistata illecitamente veniva consegnata dai corrieri residenti nel reggiano. E’ stato così che i carabinieri sono giunti ad un’abitazione di Cavriago, dove risultavano essere state fatte alcune consegne. Giorni di appostamento e pedinamento hanno portato gli investigatori a indirizzare le attenzioni investigative verso l’odierno indagato.

La svolta investigativa è arrivata l’altra mattina quando i carabinieri di Cavriago si sono recato presso l’abitazione del nigeriano dando corso a una perquisizione domiciliare nel corso della quale i militari nell’abitazione e nell’attigua cantina hanno rinvenuto e sequestrato varia merce (elettrodomestici, materiale informatico, strumenti musicali, superalcolici di pregio etc..) provento delle truffe. Merce risultata essere stata acquistata online con l’utilizzo di carte di credito clonate. In attesa che le indagini facciano piena luce ricostruendo la filiera del malaffare il 30enne cittadino nigeriano è stato denunciato per truffa e ricettazione.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui