Volley – Dinastia Cantagalli, padre e figlio… contro

0
121

Una meravigliosa storia di famiglia, talenti, amicizie che si rinsaldano e progetti nuovi per un futuro sempre ad altissimi livelli.
Luca e Diego Cantagalli, una famiglia tutta reggiana partita da Cavriago con le prime schiacciate di colui che diventerà per tutti il “Bazooka” della pallavolo italiana, prima di passare la palla al figlio classe ‘99 ora in rampa di lancio tra Superlega e nazionali giovanili, sono stati protagonisti nelle ultime settimane di un incrocio di storie davvero suggestivo, con padre e figlio di fronte da avversari al top del movimento nazionale.
Luca Cantagalli è stato nominato quest’estate nuovo assistant coach dell’Azimut Modena, al fianco dell’immenso Julio Velasco con cui, da giocatore con il tecnico argentino a guidarlo, ha vinto tutto in maglia azzurra (con la solita maledette eccezione da ricordare, quella dell’oro olimpico).
Il figlio Diego, classe 1999 e di 34 anni più giovane del padre, negli stessi giorni veniva promosso dalla Lube Civitanova, una delle grandi favorite a provare a vincere tutto tra Italia ed Europa, in prima squadra quale vice Sokolov, ovvero il secondo opposto della compagine marchigiana.
Un’investitura vera e propria per colui che viene considerato come uno dei grandi talenti della nostra pallavolo e che, domenica 18 novembre, si è preso una piccola grande rivincita contro la squadra di Cantagalli senior. La Lube infatti ha espugnato il PalaPanini, nel match di campionato che ha visto lo stesso Cantagalli junior in campo per qualche scampolo di gara, con Civitanova vincitrice al tie break dopo aver perso, lo scorso 6 ottobre, la semifinale di Supercoppa proprio contro Modena (sempre dopo cinque combattutissimi set), che ha poi alzato il primo trofeo stagionale (il primo ovviamente di Luca Cantagalli nel suo nuovo ruolo a Modena, dopo un’immensa carriera da giocatore) battendo in finale Trento, guarda caso ancora al tie break.
Due volte contro in poco più di 40 giorni, e non sarà certo finita qua nel corso di un’annata che si preannuncia ricchissima per entrambi: «Dobbiamo ancora trovare il nostro miglior gioco – le parole di Luca Cantagalli dopo i ko rimediati da Modena nelle ultime due sfide d’alta quota in campionato, perse contro Perugia e Civitanova – La stagione è lunga e il progetto di Modena affascinante, siamo convinti di potercela giocare».
Luca “Bazooka” è tornato in pista, oltre due anni dopo l’addio alla panchina (da capo allenatore) del Volley Tricolore. E per sognare di alzare altri trofei, dovrà battere anche il figlio Diego…

Fabio Poncemi 

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui