First man in prima visione al Boiardo di Scandiano

0
64

First man – Il primo uomo

in prima visione

al cinema Boiardo fino al 5 novembre

Una prima visione molto attesa quella di First Man – Il primo uomo al cinema Boiardo di Scandiano fino a lunedì 5 novembre

Il nuovo film di Damien Chazelle con Ryan Gosling e Claire Foy, è arrivato nelle sale italiane il 31 ottobre e sta sorprendendo gli spettatori di tutte le sale italiane.

Era stato presentato qualche mese fa al Festival di Venezia, dove era stato scelto come titolo d’apertura della kermesse che ne aveva apprezzato la magnificenza scenica e il valore simbolico e drammaturgico.

La storia è nota e racconta l’uomo dietro a una delle più grandi imprese della storia contemporanea: parliamo di Neil Armstrong e del suo sbarco sulla Luna.

Il film di Chazelle, in verità, inizia qualche anno prima di quello storico 1969.

È il 1962 quando Armstrong, ingegnere americano e aviatore statunitense, perde la sua bambina di 2 anni, Karen.

Mentre in casa l’accaduto lo porta a essere sempre più distaccato nei confronti della moglie e degli altri due figli, Armstrong accetta di partecipare al programma Gemini, il secondo intrapreso dagli U.S.A per sviluppare e testare tecniche necessarie alle missioni nello Spazio, in particolar modo sulla Luna.

Tra difficoltà tecniche e fatali incidenti di percorso, Neil dedica tutto se stesso all’incarico: un viaggio che lo allontana dalla Terra per espiare un dolore insopportabilmente umano.

L’ambizione di Damien Chazelle

Con Whiplash (2014) e La La Land (2016), First Man -Il primo uomo va a formare un ipotetico trittico che racchiude la più grande tematica del cinema di Chazelle a oggi: l’ambizione umana.

Se Whiplash racconta il rapporto logorante di un talentuoso batterista con il suo intransigente insegnante di conservatorio, La La Land è la storia di due amanti pronti a rinunciare a ciò che provano l’uno per l’altra, per quello che vogliono diventare.

First Man – Il primo uomo chiude il cerchio con il ritratto di un uomo che dedica tutto se stesso a una missione all’apparenza impossibile.

Neil Armstrong si assenta da quella vita famigliare verso cui non riesce a provare che nostalgia e dolore a causa della perdita della sua bambina, per dedicarsi a tempo pieno ad un lavoro che spera gli permetta di dimenticare.

Il suo è un percorso d’espiazione: Armstrong compie qualcosa di sovrumano per tentare di risolvere un problema insopportabilmente umano.

L’ambizione, però, è anche ciò che caratterizza da sempre il cinema di Damien Chazelle: i suoi film sono visivamente impeccabili, un vero spettacolo sia per gli occhi sia per le orecchie.

Chazelle è un cinefilo colto, che non si accontenta d’interpretare i generi, ma li elabora con un’abilità tecnica da grande maestro.

È un amante della musica che, anche in un film come First Man –Il primo uomo che a differenza dei suoi primi due lavori di musica non parla, viene elevata a elemento determinante della sua messa in scena.

Sabato 3 novembre e lunedì 5 novembre proiezione unica alle ore 21

Domenica 4 novembre proiezioni alle ore 16,30/19/21,30

L’ingresso è di Euro 7, ridotto Euro 5. Lunedì prezzo speciale a Euro 4 per tutti.

Info su www.cinemateatroboiardo.com

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui