Pestato a sangue da un tunisino alle ex Reggiane, ragazzino finisce in ospedale

0
2277

Reggio Emilia –  Con la promessa di fargli riavere il cellulare della fidanzata lo ha attirato nella sua trappola. Un ragazzino di 17 anni è stato preso a calci, pungi e ginocchiate  in pieno volto e poi rapinato, per poi finire in ospedale con 10 giorni  di prognosi.   E’ successo alle ex Reggiane. L’aggressione  è avvenuta il 19 settembre e le indagini della Squadra Mobile della Questura di Reggio hanno portato all’arresto del presunto responsabile. Si tratta di  un 23enne tunisino irregolare e senza fissa dimora. Il giovane ha diversi precedenti  di polizia, per rapina e  reati contro il patrimonio oltre a quello di traffico  di droga.

I due fidanzatini,   si erano recati prima  al  Parco del Popolo, dove  intorno alle  22 la  ragazza ha notato di non avere il telefono e che gli era stato sottratto.

C’erano altri giovani e uno di loro, Rahali Makrem, si è avvicinato alla giovane coppia  dicendo di poterlo recuperare  in quanto conosceva  chi glielo aveva sottratto.

Da lì il giovane,  dopo aver accompagnato  la fidanzata a casa  ha seguito il 23enne che una volta alle  ex Reggiane ha pestato violentemente il ragazzo rapinandolo della felpa , del telefono e dell’orologio.

La vittima è riuscita a tornare a casa e a chiamare il 112, dopo essersi fatto medicare. Prognosi di 10 giorni per lui.

Sono scattate le indagini degli agenti delle Volanti e della Squadra Mobile della Questura. È risultato che i due episodi, il furto del cellulare e la successiva rapina,  non erano collegati tra loro.

Grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza glia genti sono risaliti ad un pregiudicato tunisino 20enne, regolare in Italia, con precedenti.  Era stato coinvolto nella recente operazione Branco,  che aveva individuato diversi giovani autori di rapine ai danni di coetanei.

Il 23enne anche lui tradito dalle telecamere e successivamente  identificato  dalle vittime è stato portato in carcere, si trovava alle ex Reggiane, luogo di ritrovo  per irregolari e persone senza fissa dimora.  

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui