Cronaca

Polizze assicurative fantasma: la Procura chiude il cerchio

Nella giornata di ieri i carabinieri della stazione di Castelnovo Monti a conclusione di una complessa attività investigativa hanno proceduto alla notifica a carico dell’indagato, un 48enne di Castelnovo Monti, dell’avviso della conclusione delle indagini preliminari – emesso dalla Dr.ssa Giulia Stignani, sostituto presso la Procura reggiana titolare dell’inchiesta partita nel maggio del 2015 a seguito di una mirata attività investigativa svolta dai carabinieri della stazione di Castelnovo Monti.

L’indagato, stando alle risultanze investigative, è stato ritenuto responsabile della violazione dei reati di truffa aggravata e continuata con la contestazione di 236 truffe ai danni di oltre 100 suoi clienti e 8 episodi di appropriazione indebita di danaro contante ai danni di 5 parti offese. Reati a cui deve aggiungersi anche quello di aver esercitato per circa un anno abusivamente l’attività di intermediazione assicurativa in assenza dell’iscrizione al previsto registro unico.

La vicenda portata alla luce dalle indagini dei carabinieri della stazione di Castelnovo Monti esplose nel 2015 ed ha portato ad individuare il coinvolgimento di centinaia di persone raggirate per un importo complessivo che sarebbe stato superiore ai 10 milioni di euro.

A tre anni dalla  “ più grande truffa assicurativa d’Italia” l’odierna chiusura delle indagini decretata dalla Procura.

Condividi:

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi necessari sono contrassegnati con *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.