Giornata dell’Economia su “Economia dei territori e Lavoro”

0
49

E’ orientata decisamente sulla relazione tra territori, economia e lavoro la “Giornata dell’Economia” promossa dalla Camera di Commercio e in programma mercoledì 23 maggio alla Sala degli Specchi del Teatro Valli.
Un’edizione – la sedicesima – che già guarda al futuro disegnato dalla riforma delle Camere di Commercio, che a breve porterà alla nascita ufficiale della Camera di Commercio dell’Emilia, frutto dell’integrazione degli enti camerali di Reggio Emilia, Parma e Piacenza.
All’evento, infatti, parteciperanno i sindaci dei comuni capoluogo: Luca VecchiFederico Pizzarotti e Patrizia Barbieri, protagonisti della tavola rotonda che farà seguito all’intervento del presidente del Cnel, Tiziano Treu, sul futuro del lavoro e delle relazioni industriali.
Sarà un’occasione importante – sottolinea il presidente della Camera di Commercio, Stefano Landi – per ragionare insieme sul cosa significhi promuovere l’economia dei territori e il lavoro all’interno di un’area di lavoro camerale che va ad ampliarsi, includendo comunità che hanno tra di loro molte assonanze ma anche specificità e vocazioni da rispettare, sostenere  e valorizzare in un comune disegno di sviluppo“.
In questi anni – prosegue Landi – tutte le azioni della Camera di Commercio hanno perseguito l’obiettivo di valorizzare proprio queste vocazioni e di promuovere la crescita di un sistema imprenditoriale con solide radici nei contesti locali, capace di valorizzare le risorse che ci sono date per storia, cultura e natura, di ricercare e innovare tenendo presente il contesto locale, di posizionarsi in modo vincente sui mercati internazionali restando saldamente qui, dove la ricchezza si associa al lavoro, alla sicurezza, ai servizi alla persona, alla coesione delle comunità e nelle comunità“.
La sfida che abbiamo di fronte – osserva Landi – è la stessa, puntando innanzitutto a consolidare la ripresa che è in atto nelle tre province nelle quali opererà la Camera di Commercio dell’Emilia, che sarà punto di riferimento per 158.000 imprese“.
Un miglioramento che Landi racchiude in alcune cifre emblematiche: una produzione in crescita a Reggio Emilia (+5,5% nell’ultimo trimestre 2017), Parma (+3,2%) e Piacenza (+3,7%), un analogo aumento del fatturato e degli ordinativi complessivi, una crescita dell’export 2017 che ha portato il valore complessivo espresso delle tre province a 21 miliardi, con Reggio Emilia (10,3 miliardi) posizionata al terzo posto nella graduatoria regionale delle province maggiori esportatrici, Parma al quarto e Piacenza al quinto.
Come Camera di Commercio di Reggio Emilia – osserva Landi – abbiamo investito e lavorato su molti progetti attraverso i quali abbiamo puntato a rispondere alle emergenze che la crisi ha determinato, ma anche primari fattori di sviluppo possibile, a partire dall’innovazione, dall’internazionalizzazione e dalla valorizzazione delle eccellenze del territorio, con azioni progressivamente più intense sull’agroalimentare e sul turismo“.
Con lo stesso equilibrio tra urgenze e sguardo puntato sui fattori di competitività del futuro – conclude Landi – dobbiamo ora cogliere le sfide e le opportunità legate all’imminente integrazione“.
La “Giornata dell’Economia” della Camera di Commercio si terrà, come si è detto, il 23 maggio alla Sala degli Specchi del Teatro Valli con inizio alle 16,45.

LASCIA UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui