Home Spettacoli & Cultura Fabrizio Bentivoglio nella ‘banlieue’ ricostruita al teatro Asioli da Michele Placido

Fabrizio Bentivoglio nella ‘banlieue’ ricostruita al teatro Asioli da Michele Placido

0
Fabrizio Bentivoglio nella ‘banlieue’ ricostruita al teatro Asioli da Michele Placido

Domani e sabato 18 novembre (ore 21) prosegue la stagione di prosa del Teatro Asioli di Correggio con Fabrizio Bentivoglio protagonista di L’ora di ricevimento (banlieue) di Stefano Massini, una produzione dello Stabile dell’Umbria diretta da Michele Placido.

Il professor Ardeche insegna materie letterarie in una scuola di Les lzards – un’esplosiva banlieue nella periferia di Tolosa -, un luogo in cui la scuola è una trincea contro ogni forma di degrado.

Cinico e disilluso, spietato osservatore e lucido polemista, convinto che il vero trionfo sarebbe portare fino in fondo i suoi allievi senza perderne nessuno per strada, il professore riceve un’ora alla settimana un’umanità assortita di madri e padri.

Ed è attraverso un incalzante mosaico di brevi colloqui con questo campionario di umanità che prende vita sulla scena l’intero anno scolastico della classe. I giovanissimi allievi, identificati dal professor Ardeche con ironici soprannomi, sono tutti da immaginare.

Protagonista, nel ruolo del professore, è Fabrizio Bentivoglio, scelto e diretto da Michele Placido per quella rara e intensa qualità interpretativa che il regista aveva già sperimentato dirigendolo in alcuni suoi film (Un eroe borghese e Del perduto amore).

Dopo aver suscitato un dibattito vero sui diritti nel mondo del lavoro con 7 minuti, Stefano Massini continua a scandagliare con lucidità e partecipazione le trasformazioni della società europea contemporanea, affrontando con verità e ironia le tensioni culturali, sociali e religiose tra le famiglie di una qualunque classe multietnica in una periferia metropolitana.

Una babele di lingue, religioni, costumi sempre in guerra fra di loro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here